Tales from the Machine Room


Home Page | Comments | Articles | Faq | Documents | Search | Archive | Tales from the Machine Room | Contribute | Login/Register

Io lo so che tu non lo sai

Dalla Enciclopedia Galattica (versione 1 edizione 2321) -
Tra la fine del secondo e l'inizio del terzo millennio una serie di nuovi linguaggi di programmazione vennero introdotti nel gia' costipato mercato delle applicazioni basate sul Web. Uno di questi linguaggi era denominato "PHP". La sua semplicita', flessibilita', il costo nullo ed il supporto multipiattaforma ne favorirono la diffusione a macchia d'olio. Purtroppo la prima di queste caratteristiche (semplicita') fece si' che i primi ad usarne ed abusarne fossero i programmatori piu' nuovi nel mercato e piu' inesperti. Il risultato fu che un grandissimo numero di applicazioni con enormi problemi di sicurezza vennero prodotte e distribuite in brevissimo tempo. In breve 'PHP' divenne sinonimo di 'programma bacato e da evitare' esattamente come 'Windows' era sinonimo di 'divoratore di risorse'.

Non so se si e' capito, ma si riparla di PHProgrammatroti.

Alura, avevo accennato vagamente in questa storia al "nuovo" sito di CL2 e della di lui ditta ed al fatto che tale coso avesse, da qualche parte, un forum che doveva essere trasferito. Dopo un po' di bestemmie ed una serie di telefonate tra me ed $isp sono riuscito ad ottenere il dump del database di questo coso ed a convincere CL2 che se vuole usarlo dovra' pagarsi la licenza di vBullettin.

Purtroppo pero', dopo l'installazione ci siamo resi conto che la versione installata sul server di $isp e' almeno 8 sottoversioni piu' vecchia di quella che CL2 ha acquistato. Ok, si aggiorna il database. Purtroppo pero' la procedura di "upgrade" persiste nell'incatastarsi.

Dopo essermi copiato tutto l'ambaradan (forum e database) sul mio lapdog ed averci smadonnato sopra tutto il giorno riesco, finalmente, a produrre qualche cosa che pare funzionicchiare. Ributto il tutto sul server di CL2 e gli dico di provarselo.

Ventiquattro ore dopo mi segnala che i dati paiono esserci, ma il forum funziona a meta'. Un controllo mi dice che il 'forum' sul sito vecchio era stato probabilmente pesantemente modificato con l'aggiunta di 'stili', javascript, templates e chi piu' ne ha piu' ne metta.

CL2 - Ma chi lo ha modificato?
IO - ??? A me me lo domandi? Il forum era il vostro, se non lo avate modificato voi lo avrete fatto modificare da qualcuno per voi, lo dovreste sapere voi!
CL2 - E non si possono rimuovere le modifiche?
IO - Tutto si puo' fare. Ma io non sono un web-programmatroto, sono un sysadmin, quindi se lo vuoi modificare vai a cercare un web-programmatroto.

Dopo un paio di giorni mi arriva l'informazione che l'ennesimo PhProgrammatroto (CL per gli amici) e' stato incaricato di "verificare le modifiche" e fare altre cose. Immediatamente questo mi domanda se puo' installare il suo editor del cuore ed avere accesso con RemoteDesktop sul server. Io gli rispondo che il server e' condiviso ed e' Linux, quindi il remote desktop ed il suo editor del cuore se li puo' scordare. Invece gli invio un bello zippone contenente il codice del forum ad il corrispondente database suggerendogli di installarseli in locale e vedere li'.

Passano i giorni e non torna il prode Anselmo. Dopo una settimana circa CL2 domanda (a me) come vanno le cose. Io gli faccio notare che e' lui che paga CL ed e' lui che lo ha scelto, quindi dovrebbe essere LUI a controllarselo e non aspettarsi che qualcun altro gli tolga le castagne dal fuoco. Comunque, dopo un altro paio di giorni, pare evidente che CL non e' capace di cavare un ragno dal buco, altro che castagne dal fuoco, quindi CL2 mi domanda se non e' possibile sostituire completamente il forum con un altro. Io ripeto che tutto e' possibile.

Dopo una rapida ricerca scovo un ennesimo forum con una funzioncina di "importazione" dati da vBullettin, di nuovo, mi installo tutto in locale e provo a fare questa importazione. Parte funzionare. Riporto il tutto sul server di CL2 "in parallelo" al forum vecchio e gli dico di darci un'occhiata. CL2 salta di gioia scodinzolando a piu' non posso e decide di andare con il forum nuovo ed abbandonare il vecchio al suo destino. Ma apparentemente CL2 ancora non ha finito con CL.

Un paio di giorni dopo mi arriva una mail da CL2 che dice che "CL ha qualche problema con una applicazione che sta' scrivendo per loro che dovrebbe inviare delle e-mail ma che queste e-mail non sono ricevute". Ora, essendo CL un PHProgrammatroto io capisco subito che aggiungere mail all'equazione e' come versare nitroglicerina su una cassa di tritolo.

Comunque, riesco a farmi dare i dettagli di cosa questo idiota dovrebbe fare: inviare una mail con lo stesso indirizzo from del ricevente (che tutti sappiamo che e' una ottima cosa da fare se vuoi che la tua mail sia immediatamente cestinata come SPAM) a qualcuno. Ma CL si lamenta che la sua mail non viene inviata. Io ravano nel log del server e scovo questo frammento di balbuzie:

Jan 17 04:49:23 XXXX sm-mta[22037]: o0EEPAqF012492: to=<To:cl@dittadicl.nlCC:cl2@dittadicl.nlcl3@dittadicl.nlBCC:qualcuno@dittadicl.nl>, ctladdr=<apache@serverdicl.nl> (80/80), delay=2+13:24:13, xdelay=00:00:00, mailer=esmtp, pri=4531261, stat=Bounced: domain dittadiclcl2.nlCC does not exist

Ah bello! Per forza che non riesce ad inviare la posta. Questo coglione fa' un bel mix di 'To', 'CC', 'BCC' e chi piu' ne ha piu' ne metta. Preparo una bella maillina che spiega il motivo e me ne disinteresso... per circa 20 minuti quando CL (con accompagnamento di CL2 in sottofondo) mi telefona per lamentare che "il problema e' che il server invia la mail con indirizzo di from come 'apache@serverdicl' e questo viene rifiutato....

No maledetto imbecille! Il problema e' che te non sei capace di programmare, ed io lo so che tu non sei capace di programmare, ma quel povero idiota che ti paga lo sa? Evidentemente no, altrimenti non ti pagherebbe. Comunque, mantenendo la mia calma glaciale gli spiego che l'indirizzo di from e' quello che lui decide di usare, se non ne specifica nessuno il server usera' quello di default (nome utente @ FQDN del server) e che quell'indirizzo e' perfettamente regolare e che se lui provasse a mandare una mail con l'indirizzo GIUSTO magare gli arriverebbe qualche cosa.

Adesso aspetto che mi chiedano se non si puo' cambiare l'indirizzo di default in qualche cosa di altro. Maledetti phprogrammatroti.

Davide
14/02/2011 08:00

Previous Next

Comments are added when and more important if I have the time to review them and after removing Spam, Crap, Phishing and the like. So don't hold your breath. And if your comment doesn't appear, is probably becuase it wasn't worth it.

19 messages this document does not accept new posts
Anonymous coward By Anonymous coward - posted 14/02/2011 09:24

Qualcuno potrebbe obiettare che stai facendo di ogni erba un fascio.

Io ritengo che fare di ogni erba un fascio sia estremamente pratico, veloce, risolutivo. Non si rischia di lasciare in giro fili d'erba potenzialmente pericolosi.

--
Anonymous coward


Marco Colombo@ Anonymous coward By Marco Colombo - posted 14/02/2011 10:56

> Qualcuno potrebbe obiettare che stai facendo di ogni erba un fascio.

Il problema è che il mondo fa d'un erba un fascio. Mestieri come programmatore (inteso come responsabile di un mini-progetto software) e sysadm sono percepiti nel 95% delle realtà lavorative come privi di "gradi": giusto si distingue tra "in gamba" e non. Senza che la retribuzione sia poi così diversa (quando non identica). Ossia, un programmatore si paga tot, fine.

Peccato che la produttività di programmatore possa variare almeno di un ordine di grandezza, e sto arrotondando per difetto.

Nel 2008 fa abbiamo avuto la prova che la Siura Maria, casalinga, avrebbe potuto amministrare la Lehman Brothers con risultati pari (sicuramente non peggiori, probabilmente migliori) di quelli ottenuti da strapagatisismi manager, eppure permane la convinzione che nel mondo dei manager esistano differenze tali da giustificare range di stipendi che vanno da 1 a 100.

Chissà perché per i programmatori / sysadm il range è da 1 a 1,5, quando noi sappiamo bene che il programmatore "cane" produce spazzatura (= roba inutile che alla fine quancuno butterà via), ossia valore zero, quello in gamba ti tiene in piedi un'azienda da solo.

 

--
.TM.


Mattia@ Anonymous coward By Mattia - posted 14/02/2011 12:34

 E soprattutto quando dai fuoco e' molto piu' comodo.

Qualcuno potrebbe obiettare che stai facendo di ogni erba un fascio.

Io ritengo che fare di ogni erba un fascio sia estremamente pratico, veloce, risolutivo. Non si rischia di lasciare in giro fili d'erba potenzialmente pericolosi.

 

--
Mattia


Alberto@ Anonymous coward By Alberto - posted 14/02/2011 13:27

Non dimentichiamoci che i fasci d'erba, una volta secchi, vanno bruciati

--
Alberto


argaar By argaar - posted 14/02/2011 10:12

non è solo programmatroto...è pure pirla, ci sono comode librerie per collegarsi ad un server smtp direttamente, in quel caso l'applicazione è come se fosse il tuo client di posta e imposti tutto come ti pare..per di più l'smtp non deve manco risiedere sul server dove gira apache

--
argaar


Anonymous coward By Anonymous coward - posted 14/02/2011 10:22

Io ripeto che tutto e' possibile

Davide, dopo tanti anni non hai ancora imparato dai tuoi errori? :\)

--
Anonymous coward


Anonymous coward By Anonymous coward - posted 14/02/2011 12:06

Perché i cl phpprogrammatori non li chiami pcl, tanto producono più o meno la stessa quantità di mal di testa e bachi dell'ononimo  linguaggio :-\)

Comunque rassegnati deve esistere una gene con cui hanno modificato le nuove leve di programmatori che rende loro impossibile concepire qualsia concetto elementare che abbia a che fare con i concetti configurazione di rete/proxy/postaelettronica...non lo capiscono neanche con la chiave inglese

--
Anonymous coward


Eladamri By Eladamri - posted 14/02/2011 13:59

Anche oggi sono felice con la storiella del Lunedì ^^

--
Eladamri


Thomas By Thomas - posted 14/02/2011 16:47

>Passano i giorni e non torna il prode Anselmo

E' bello vedere che le poesie che si imparano a scuola sono sempre le stesse da decenni... me la fecero studiare pure a me a suo tempo quella ballata, e sono del '90!

--
Thomas


Andrea Ballarati By Andrea Ballarati - posted 14/02/2011 18:34

Jan 17 04:49:23 XXXX sm-mta[22037]: o0EEPAqF012492: to=<To:cl@dittadicl.nlCC:cl2@dittadicl.nlcl3@dittadicl.nlBCC:qualcuno@dittadicl.nl>, ctladdr=<apache@serverdicl.nl> (80/80), delay=2+13:24:13, xdelay=00:00:00, mailer=esmtp, pri=4531261, stat=Bounced: domain dittadiclcl2.nlCC does not exist

Ossignur, ma neanche saper leggere. Mi sembra di vedere Idiocracy (http://www.imdb.it/title/tt0387808/)

--
Andrea Ballarati


Rombo di tuono By Rombo di tuono - posted 14/02/2011 19:41

Grazie per la storia, sempre bellissime... per la cronaca, sono felice di non ricadere nella definizione di PHProgrammaTROTO... quel lavoro lì che dici tu, l'ho fatto, per phpBB in una mezza giornata, compreso disinstallare e reinstallare gli stili, che si fa sempre mille volte prima ;\)

Io amo il PHP laugh

--
Rombo di tuono


Giulio By Giulio - posted 15/02/2011 01:08

Non dare tutta la colpa ai PHProgrammatroti, anche il linguaggio ce ne mette di suo..

Io studio informatica, e, mio malgrado, sto preparando un esame di ingegneria del software in PHP (ho dimenticato di avvisarti di sederti prima di leggere.... pare che il prof abbia spostato questo esame apposta per darci la possibilità di programmare in PHP piuttosto che in Java).

Ora, io posso affermare con orgoglio che, benché novellino, illuminato dalle tue parole, sto cercando di fare del mio meglio (controlli sui form duplicati e consistenti in php e javascript. per dirne una). Salvo poi trovarsi a combattere contro estensioni embedded che non possono essere clonate (DateInterval) e sintassi dei costruttori che viene modificata con un minor release.

Queste cose ce le possiamo permettere perché siamo all'università, ma non credo che un'azienda sia disposta a pagare per i controlli duplicati e un'architettura software manutenibile, specialmente considerando la preparazione dei committenti: "guarda, puoi scegliere tra il controllo in javascript, che ti fa uscire le caselle di testo colorate, e il controllo in php, che è sicuro, però poi ti carica il server e non fa uscire le finestre colorate"(che in realtà poi si può fare, ma i phprogrammatroti che pago 200€ al mese non ne sono capaci)

--
Giulio


Donette@ Giulio By Donette - posted 15/02/2011 23:15

ephprogrammatroti che pago 200€ al mese non ne sono capaci

C'è davvero qualcuno che accetta di lavorare per 200€?

Ad un mio conoscente che stava per sposarsi il giorno prima del matrimonio gli amici organizzarono uno scherzo e lo obbligarono, travestivo da lavavetri, a chiedere l'elemosina al semaforo di una strada abbastanza trafficata.

In un'ora scarsa di "lavoro" fece 50€ tondi tondi. Poi ci chiediamo perchè zingari e rom preferiscono vivere così piuttosto che lavorare...

 

--
Donette


Anonymous coward@ Giulio By Anonymous coward - posted 16/02/2011 12:43

 

 

Ora, io posso affermare con orgoglio che, benché novellino, illuminato dalle tue parole, sto cercando di fare del mio meglio (controlli sui form duplicati e consistenti in php e javascript. per dirne una).  [....]  Queste cose ce le possiamo permettere perché siamo all'università, ma non credo che un'azienda sia disposta a pagare per i controlli duplicati

 

lo SCOPO dei controlli è diverso, non c'e' ridondanza. Il php fa un controllo true/false per l'inserimento dei dati ed è il VERO controllo. l js non sono altro che "ammennicoli grafici integrativi" che possono anche dare informazioni aggiuntive, es grado di complessita psw, nick gia in uso e relative proposte. il check in php deve esserci per il funzionamento dell'applicativo, il check in js puo esserci e migliora il prodotto ma solo sotto l'aspetto dell'interfaccia grafica.

skorpion

--
Anonymous coward


Anonymous coward By Anonymous coward - posted 15/02/2011 19:58

Saresti orgoglioso di me. Mesi fa mi volevano imporre un progetto in PHP. Mi sono rifiutato minacciando di licenziarmi. :\)

--
Anonymous coward


Alberto@ Anonymous coward By Alberto - posted 16/02/2011 22:09

Saresti orgoglioso di me. Mesi fa mi volevano imporre un progetto in PHP. Mi sono rifiutato minacciando di licenziarmi. :\)

Potevi dirmelo lo facevo io (pecunia non olet). Se non vi piace il php chissà che fate mo' che c'e' tutta sto' cut&paste di jquery.

--
Alberto


Anonymous coward By Anonymous coward - posted 17/02/2011 20:56

Certo, hai il permesso per lavorare negli USA?

--
Anonymous coward


Alberto@ Anonymous coward By Alberto - posted 21/02/2011 23:46

Certo, hai il permesso per lavorare negli USA?

In realtà sto provvedendo, ma non per fare il programmatroce: voglio vendere Trenette al pesto e bianco di Portofino. Dopo qualche decennio di aperta graffa chiusa graffa... è ora di cambiare. :-\)

--
Alberto


robibo By robibo - posted 21/02/2011 17:10

come al solito le tue parodie sono fantastiche.

ciao,

R.

--
robibo


19 messages this document does not accept new posts

Previous Next


This site is made by me with blood, sweat and gunpowder, if you want to republish or redistribute any part of it, please drop me (or the author of the article if is not me) a mail.


This site was composed with VIM, now is composed with VIM and the (in)famous CMS FdT.

This site isn't optimized for vision with any specific browser, nor it requires special fonts or resolution.
You're free to see it as you wish.

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gojira