Tales from the Machine Room


Home Page | Comments | Articles | Faq | Documents | Search | Archive | Tales from the Machine Room | Contribute | Login/Register

Scarsi di software?

Nuovo giorno, nuova mazzuolata alla mia fiducia nel genere umano. Taaaanto tempo fa, l'ennesimo gruppo di allupati si era rivolto ad un certo ISP di cui ho detto in questa vecchissimissima storia per avere un sito sviluppato ed ospitato.

Dopo innumerevoli casini vari sia con gli sviluppatori che con l'hosting, $allupati hanno deciso di migrare il tutto su una nuova applicazione e su un nuovo hosting. Noi dovremmo occuparci dell'hosting mentre il solito gruppo di rimbamba si dovrebbe preoccupare del sito stesso.

Ora, per vari strampalati motivi (aka: l'SL della situazione ha letto troppi articoli teNNici in varie riviste di dubbia moralita'), sono preoccupati per il "carico" del sistema.

Hanno pensato a guardare quale e' il "carico" (visitatori, processi, memoria ecceteri' eccetera') sul server vecchio per avere un'idea di cosa parlano? Hanno pensato di fare una rapida indagine per scoprire quanta gente conosce del loro sito e lo ha visitato almeno una volta? Hanno pensato di domandare a qualcuno che distingue il suo culo dal suo gomito come poter strutturare le cose in modo da gestire la "scalabilita'" del tutto? (hint: tutte le risposte cominciano con 'N').

Che cosa hanno fatto? Hanno domandato allo sviluppatroto del momento di fare un piano considerando come primaria importanza il carico massimo del sistema.

Ecco che ci arriva una bella richiesta con: 2 load balancer in configurazione 'hot-standby' con dietro un bel 4 server web per l'applicazione principale (TomCat) e 4 server LAMP per le altre varie cacate (forum et similia) e 2 database servers in configurazione hot-standby.

A questo ambiente di "produzione" si aggiunge un ambiente di "test" composto da load balancer con 2 server (tomcat e lamp) ed un db server.

Io ho chiesto che senso avesse un load balancer con un solo server per tipo dietro ma la risposta che ho ricevuto mi ha lasciato confuso ed insoddisfatto... che incidentalmente e' quello che mi dicono spesso la maggioranza delle mie donne... ma sto' divagando.

Comunque sia, l'intero paperocchio e' stato installato, l'applicascion caricata sul coso (anzi, suI cosI), gli allupati hanno passato giorni e notti ravandando nel database ed adesso si ritrovano a fare i "test di carico". Che in genere consistono nel dirci che iniziano a fare i test e dopo dieci minuti ci dicono che hanno trovato degli errori nell'applicazione e che devono fare una installazione "di emergenza" (aka: ADESSO) per risolvere gli errori. Particolarmente divertente quando capita alle 17.59 del venerdi' sera. Cioe' sempre.

Io ho domandato a che accidenti serve l'ambiente di "test" se non viene usato per testare le applicazioni per risolvere gli errori PRIMA di mettere le stesse in "produzione". Ma di nuovo non ho ottenuto risposte soddisfacenti.

In ogni caso, durante l'ennesima "prova di carico" ho dato un'occhiata ad uno di questi server ed ho notate che: 1) durante il funzionamento TomCat si ciuccia via il 98% del tempo di processore, tempo che per lo piu' e' speso facendo garbage collection, 2) il log aumenta di un giga in un paio d'ore e 3) in tutto il database non c'e' una foreign key che e' una.

Il che mi ha portato a pensare che da qualche parte nella discussione tra gli allupati ed i programmatroti le definizioni di "produzione" e "test" sono state un pelo mescolate.

Comunque sia, oggi riceviamo la mail che "per risolvere i problemi di performances della loro applicazione" i signori allupati hanno deciso di passare ad un ambiente con 8 (otto) server di produzione... una soluzione e' molto "microsoft": invece di mettere a posto il software si usa piu' hardware. Sigh.

Davide
17/01/2011 08:00

Previous Next

Comments are added when and more important if I have the time to review them and after removing Spam, Crap, Phishing and the like. So don't hold your breath. And if your comment doesn't appear, is probably becuase it wasn't worth it.

18 messages this document does not accept new posts
Carlo By Carlo - posted 17/01/2011 08:39

A questo punto penso che sei te che li attiri surprise

Se io metto in produzione qualcosa che non è passato per i server di test mi aprono in due angel

--
--
Carlo


Uomo con il banjo By Uomo con il banjo - posted 17/01/2011 09:43

Se non altro sembra che non abbiano problemi di budget, no?

--
Uomo con il banjo


Anonymous coward By Anonymous coward - posted 17/01/2011 09:53

Leggendo le varie storie del 2010 e la loro continuazione nel 2011 verrebbe da chiederti perché invece di mollare tutto e andare in un altra ditta, tu non decida di mollare tutto e fare una tua ditta, dove tu  capo (quasi) indiscusso, aggreghi un po' di gente  che abbia capacita decenti di programmazione, rete e sistemistica e inizi ad andartene per l'Olanda a propagare webapplicazioni minimamente decenti.... :-\)

Non è che quello che più ti spaventa di questa cosa è il rischio di mutare per strada e diventare come uno dei tuoi vari precedenti e tonti capi?

j

--
Anonymous coward


Davide Bianchi@ Anonymous coward By Davide Bianchi - posted 17/01/2011 20:08

fare una tua ditta

been there, done that, doesn't work like this.

--
Davide Bianchi


Anonymous coward By Anonymous coward - posted 17/01/2011 10:00


Io ho chiesto che senso avesse un load balancer con un solo server per tipo dietro ma la risposta che ho ricevuto mi ha lasciato confuso ed insoddisfatto...



Mi sembra ovvio: come fai a fare un sistema di test realistico se non simuli correttamente tutte le caratteristiche del sistema di produzione? mi meraviglia anzi che non abbiano voluto anche in test i server ridondati




1) durante il funzionamento TomCat si ciuccia via il 98% del tempo di processore, tempo che per lo piu' e' speso facendo garbage collection,




E' java, cosa vuoi che faccia per passare il tempo?




2) il log aumenta di un giga in un paio d'ore e




Beh, certo. E' un test di carico! Poi, quando faranno il test di scarico, i log diminuiranno... Non funziona cosi'?




3) in tutto il database non c'e' una foreign key che e' una.



E qui Davide mi meravigli proprio: non lo sai che le foreign key sono un attentato all'efficienza del database? Gli hanno chiesto di porre la massima importanza sul carico di sistema, mica sull'integrita' dei dati



psini



--
Anonymous coward

Anonymous coward@ Anonymous coward By Anonymous coward - posted 18/01/2011 10:56


E qui Davide mi meravigli proprio: non lo sai che le foreign key sono un attentato all'efficienza del database? Gli hanno chiesto di porre la massima importanza sul carico di sistema, mica sull'integrita' dei dati



E qui mi sono cappottato dalle risate perché é così che abbiamo aumentato le performance su $SOFTWARE_FINANZIARIO_MISSION_CRITICAL. XD


-- Anonymous coward


Anonymous coward@ Anonymous coward By Anonymous coward - posted 18/01/2011 21:49

E qui Davide mi meravigli proprio: non lo sai che le foreign key sono un attentato all'efficienza del database? Gli hanno chiesto di porre la massima importanza sul carico di sistema, mica sull'integrita' dei dati


Solo che con gli ottimizzatori cost-based i piani di esecuzione tengono conto anche dei vincoli... poi magari poiché non ci sono FK non ci sono nemmeno indici su quei campi...


Marco Colombo By Marco Colombo - posted 17/01/2011 10:40

Anno Nuovo, storia vecchia (e in un certo senso è proprio così).

Selezione naturale.

Le aziende oneste, brave e capaci farebbero la stessa cosa (meglio, ossia correttamente funzionante), in un decimo del tempo di sviluppo e con un decimo dell'HW... col risultato di guadagnare un decimo.

Domanda: tra l'azienda che lavora onestamente e quella che invece - a parità di cliente - si fa pagare il lavoro 10 volte, e che vende 10 volte più HW, quale delle due è più "adatta" all'ambiente e sopravvive più facilmente?

--
.TM.


ringo@ Marco Colombo By ringo - posted 20/01/2011 11:29

 

Anno Nuovo, storia vecchia (e in un certo senso è proprio così).

Selezione naturale.

Le aziende oneste, brave e capaci farebbero la stessa cosa (meglio, ossia correttamente funzionante), in un decimo del tempo di sviluppo e con un decimo dell'HW... col risultato di guadagnare un decimo.

Domanda: tra l'azienda che lavora onestamente e quella che invece - a parità di cliente - si fa pagare il lavoro 10 volte, e che vende 10 volte più HW, quale delle due è più "adatta" all'ambiente e sopravvive più facilmente?

 

Ho riflettuto su questa amara considerazione, e sono arrivato ad una triste conclusione, per quanto mi riguarda: io non sopravvivero'.

 

--
ringo


Nik By Nik - posted 17/01/2011 11:06

nuova mazzuolata alla mia fiducia nel genere umano

Perché? ne avevi ancora?

--
Chronicles of a Broken Heart


argaar By argaar - posted 17/01/2011 15:27

beh se ti consola qui da noi hanno preso 3 server da 24 core e 32gb di ram l'uno perché secondo loro il problema è nel db, e vogliono un cluster a 3 nodi attivi (dopo 2 bilanciatori, 2 webserver e 2 document server)...mah

 

se mi servisse di ospitare un progetto con tanto di servizio gestito dove io mi occupo solo dicaricare la roba, ad esempio un paio di webserver con un paio di db server e storage condiviso, posso chiedere a te o hai qualcuno da cui indirizzarmi?

--
argaar


Anonymous coward@ argaar By Anonymous coward - posted 18/01/2011 21:51

beh se ti consola qui da noi hanno preso 3 server da 24 core e 32gb di ram l'uno perché secondo loro il problema è nel db, e vogliono un cluster a 3 nodi attivi (dopo 2 bilanciatori,



E probabilmente scopriranno che se un sistema non scala su un singolo nodo non scala nemmeno su 3, anzi, rischia di andare più lento per l'overhead del cluster...

--
Anonymous coward


alessio depalo By alessio depalo - posted 17/01/2011 15:55

alle volte ho dei dubbi atroci...forse siamo noi quelli privi di senno ed il mondo deve andare cosi'....8 server per fare quello che potrebbe essere fatto da 1.....e tutto il mondo va allo sfacielo.....poi silamentano pure della corrente elettrica che consumano ma questa è un'altra storia

--
alessio depalo


WM By WM - posted 17/01/2011 18:33

>che incidentalmente e' quello che mi dicono spesso la maggioranza delle mie donne...

ma io mi ricordo che in "questa" ditta avevi conosciuto una simpatica donzella (di cui non ci hai piu' voluto rivelare nulla) e l' impressione che hai trasmesso era che la risposta non fosse cosi' negativa

o mi sbaglio?

:-D

WM

--
WM


Anonymous coward By Anonymous coward - posted 17/01/2011 19:44

>> (hint: tutte le risposte cominciano con 'N')

"Naturalmente si" è la risposta, vero?

--
Anonymous coward


Xfight By Xfight - posted 17/01/2011 23:59

Finchè pagano non credo sia un problema, vedrai che dopo un po' capiranno che non è proprio la scelta giusta :\)

--
Xfight


Uomo con il banjo By Uomo con il banjo - posted 18/01/2011 09:08

A proposito, com'è che non hanno ancora pensato a virtualizzare il tutto?

--
Uomo con il banjo


THe_ZiPMaN By THe_ZiPMaN - posted 19/01/2011 01:57

Ricordo i bei tempi di Ciaoweb (2002), quando l'applicascion server del sito Maserati Owner (Broadvision anyone?), ospitato su una macchinina piccolina come una Sun Enterprise 3500 con 4 CPU e 4GB di Ram (nel 2002), si sedeva con BEN 4 utenti contemporanei....

--
THe_ZiPMaN


18 messages this document does not accept new posts

Previous Next


This site is made by me with blood, sweat and gunpowder, if you want to republish or redistribute any part of it, please drop me (or the author of the article if is not me) a mail.


This site was composed with VIM, now is composed with VIM and the (in)famous CMS FdT.

This site isn't optimized for vision with any specific browser, nor it requires special fonts or resolution.
You're free to see it as you wish.

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gojira