Tales from the Machine Room


Home Page | Comments | Articles | Faq | Documents | Search | Archive | Tales from the Machine Room | Contribute | Login/Register

Pensato Apposta Per l'Utonto

TB - ...e con l'installazione dei nuovi telefoni VoIP prevediamo una riduzione nei costi delle comunicazioni telefoniche del 45% rispetto all'anno scorso! E questo e' tutto.
IO - Quanto e' che costa uno di questi cosi?
TB - Tu non lo vuoi sapere. E questi non sono i droidi che stai cercando.

Maledetti trucchi mentali jedi. Comunque che i costi telefonici si ridurranno e' sicuro: questo branco di alienati mentali fino all'anno scorso aveva l'intero sistema telefonico basato su cellulari, quindi ogni singola chiamata era un salasso. Adesso se non altro le chiamate da una parte all'altra dell'ufficio non devono fare il giro di mezzo mondo.

Dopo una settimana passata ad installare i nuovi switch con QoS integrato, sballare e re-imballare i telefoni, si procede all'installazione, cioe' a piazzare il telefono sul tavolo dell'utonto, prendere giu' il macid dello stesso ed appiccicare sul telefono il numero corrispondente.

Ovviamente l'idea di dare il foxxuto telefono direttamente in mano all'utonto ed aspettarsi che lui ci comunichi quella singola informazione (macid) e' fuori discussione. Ed infatti quando TB ha mostrato il telefono ad uno degli UL quello ha immediatamente chiesto "ma come si attacca?". Hummm... infilare il cavo e' troppo complesso eh? Vabbe'.

Ma tutto e' bene cio' che finisce (quasi) bene. Quindi adesso abbiamo i telefoni in ufficio che funzionano. Ed io posso restituire il cellulare aziendale, cosi' non devo piu' preoccuparmi che si metta a suonare di colpo la notte.

Adesso quello che ci manca e' di inserire l'elenco telefonico sulla intranet aziendale e poi di riprogrammare il malefico 'centralino' in modo da poter ottenere il nome della persona quando il telefono suona. E questo pare essere il problema. Entra in scena CL che si e' smandruppato l'intero discorso.

CL - Dunque, l'elenco dei numeri e delle persone e' gia' fatto, si tratta solo di inserirlo nella intranet.
IO - E non possiamo semplicemente importarlo?
CL - Importarlo come?
IO - Sara' un qualche file no?
CL - Si', e' un file di Expel.
IO - Ottimo, lo convertiamo in html cosi' lo possiamo pubblicare direttamente.
CL - Ma non e' meglio mettere il file direttamente sulla intranet cosi'?
IO - Cosi' per leggerlo devi scaricarlo ed aprirlo con Expel? No grazie.

Cosi' cominciamo il lavoro di 'conversione' in html. Che ovviamente si rivela essere assai piu' complicato di quello che dovrebbe essere, dato che quella chiavica di software pretende di fare le cose come vuole lui invece di limitarsi a fare le cose come gli diciamo noi.

Dopo molti ravanamenti riusciamo ad ottenere una pagina html come vogliamo noi, invece che come vuole lui e procediamo alla fase seguente: importare l'intero accrocchio nel software del centralino.

E qui' casca l'asina: l'accrocchio del centralino vuole il file in un certo formato.

CL - Dunque... intestazione del file... colonne... valori comma-delimited.
IO - Mi sa che facciamo prima ad esportare l'elenco come file di testo semplice e poi ravanarlo dopo.
CL - Ma va, e' piu' facile esportarlo direttamente da qui.

Comincia a smandruppare sulle impostazioni di Expel, esporta il file, controlla il file ottenuto: una chiavica pazzesca. Ri-smandruppa, ri-esporta, altra chiavica. Ennesima smandruppazione.

CL - Ok, adesso dovrebbe essere giusto.

Ovviamente il software ha idee diverse e segnala errori su errori, questo perche' Expel ha avuto la fantastica idea di aggiungere virgolette (") intorno a tutti i campi, non solo quelli contenenti del testo.

IO - Ma non hai un fetentissimo editor che possa fare un ricerca e sostituisci? A cambiare il file ci si mette di meno che a rifarlo mi sa.
CL - No! Devo riuscirci! Ci deve essere un modo per farlo!

E' una lotta titanica tra l'Uomo e la Macchina, in cui la Macchina pensa di sapere cio' che l'Uomo vuole e non accetta ragioni.

CL - ...allora, se io formatto le celle cosi' e cosa'...

CL - ...ma se io applico questo tipo di dato a questa colonna...

CL - ...quindi scelgo "virgolette semplici" e ... MA NO!

CL - ...grrr... allora, "cancella contenuto"....

Dopo un certo numero (molto elevato) di ravanamenti, aver spianato tutto il file una dozzina di volte, l'aver aggiunto a mano dati, rimosso a mano dati, cancellato valori, impostato formattazioni, de-impostato formattazioni e chi piu' ne ha piu' ne metta, CL era quasi pronto a bruciare tutte le copie di Expel esistenti in circolazione.

IO - Senti, come ti serve sto file?
CL - Cosi' e cosa'!!!
IO - Ok, dammi il primo che hai fatto.
CL - Questo?

Cliccketi-click. sed... grep... cat... sed... sed...

IO - Ecco fatto. Vedi un po' se gli piace.

Adesso, ci sarebbe molto da dire sull'utilita' di un software che pretende di fare cio' che l'utente pensa ma non cio' che l'utente dice.

Davide
17/01/2009 14:40

Previous Next

Comments are added when and more important if I have the time to review them and after removing Spam, Crap, Phishing and the like. So don't hold your breath. And if your comment doesn't appear, is probably becuase it wasn't worth it.

4 messages this document does not accept new posts
Paolo C.Paolo C. By Paolo C. - posted 09/08/2008 17:02
Da quello che so pare che tra i primi clienti di UNIX vi furono persone a cui questo era stato caldamente consigliato come sistema di elaborazione testi... vi prego, ditemi che mi sbaglio.


"questo" cosa? e comunque, tu stai confondendo il sistema operativo con l'applicativo, ti faccio notare che su Unix giravano (e girano tutt'ora) parecchi software di elaborazione di testi.


Paolo C.Paolo C. By Paolo C. - posted 26/09/2008 18:06

Diciamo che ho inteso il sistema operativo in senso largo, con il cosiddetto "software di base" a corredo che include i
famigerati sed,awk,ex,cut,tr,csplit ecc.

Alessandro PorcuAlessandro Porcu By Alessandro Porcu - posted 29/10/2008 17:11

> Adesso, ci sarebbe molto da dire sull'utilita' di un software che pretende di fare cio' che l'utente pensa ma non cio' che l'utente dice.

E' la stessa cosa che ha detto mia suocera, anche se in altri termini, quando le ho installato a casa linux e openoffice : a 59 anni suonati, dopo avere usato writer per due ore ha esclamato : "Finalmente un programma che fa quello che voglio io e non quello che decide lui !!"

MassimilianoMassimiliano By Massimiliano - posted 26/12/2008 09:15

AHAAAA... Allora non sono solo io ad imbestialirmi con quei cosi perché fanno quello che diavolaccio gli pare! Anche Open Office comunque a volte non scherza, per mia fortuna l'uso che ne debbo fare è limitatissimo.

Previous Next


This site is made by me with blood, sweat and gunpowder, if you want to republish or redistribute any part of it, please drop me (or the author of the article if is not me) a mail.


This site was composed with VIM, now is composed with VIM and the (in)famous CMS FdT.

This site isn't optimized for vision with any specific browser, nor it requires special fonts or resolution.
You're free to see it as you wish.

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gojira