Tales from the Machine Room


Home Page | Comments | Articles | Faq | Documents | Search | Archive | Tales from the Machine Room | Contribute | Login/Register

Back to /

ATTENZIONE: Questa non e' una "storia", e' solamente una collezione dei miei pensieri/ipotesti sulla mia personale situazione attuale, con riferimento al mio prossimo venturo cambio di signore e padrone. Se non siete interessati smettete subito di leggere.

Ebbene si', e' successo.

Cosa? Come? Perche? E soprattutto: Cosa succede adesso?

Cosa: ho dato le dimissione e ben presto me ne andro' da questo posto.
Come: mandando a cagare colui che dovrebbe essere il mio capo. Non me ne pento, non e' la prima volta che lo faccio, non credo sara' l'ultima. E l'altra volta non era neanche il mio capo era un cliente.

Perche? Be', questo e' un po' lungo da spiegare. Andiamo per ordine.

Per cominciare io non ero stato assunto da questa azienda come sistemista, ma solo come programmatore Java.

Il fatto e' che BOFH-1 che lavorava qui' prima di me se ne ando' da un giorno all'altro e, dopo un numero di disastri molto alto, il "management" decise che un sistemista serviva.

Dato che io ero li' ed al momento mi stavo solo girando i pollici, fui "co-optato" nella posizione.

Il mio precedente collega che si occupava della parte Windows e teneva le "relazioni" con i vari fornitori sapeva il fatto suo e siamo andati perfettamente d'accordo per svariati mesi. Questo finche' la sua relazione con la di lui fidanzata non ha cominciato a prendere una brutta piega.

A quel punto, la sua richiesta al medesimo "management" di ridurre il numero di ore lavorate o di aumentare il soldo, e' stata accolta con scarsissimo entusiasmo. Da li' la di lui decisione di migrare verso altri lidi. Veramente, non posso dargli torto.

Il che mi lascio' a tenere il forte piu' o meno da solo, anche se con qualche "aiuto" non troppo desiderato.

Le cose andarono di male in peggio quando il "management" decise di assumere qualcun'altro da piazzare tra me ed il capo.

Io cercai di spiegare che cio' che serviva non e' qualcun'altro che parla di cose da fare, ma qualcuno che fa le cose.

Nonostante cio', la mia opinione non sembro' molto importante.

Dopo la "fusione" con $immensa_societa', fusione che in realta' fu un semplice acquisto ($immensa_societa' sostanzialmente ha acquistato tutto il blocco), il "management" decise che il sistema migliore di guidare l'azienda e' quello di gestire fino ai minimi dettagli le operazioni quotidiane, cosa che potrebbe anche andare bene se non fosse che il "management" non ha la piu' pallida idea di quali sono le "operazioni quotidiane" ne' come dovrebbero essere eseguite.

Le scelte di determinate linee di gestione o di concentrarsi su certe cose piuttosto che su altre non sono state dettate, da quel momento in poi, da reali ragioni tecniche o da parametri reali, ma semplicemente da quale soluzione sembrava piu' "trendy" al momento.

Il che ha portato i miei livelli di stress a quote mai viste prima d'ora, nel tentativo di far funzionare le cose senza interruzioni lavorando "attorno" ai blocchi stradali disseminati a piene mani dal "management".

Dato che pensavo, e penso tutt'ora, che questa azienda abbia ancora una possibilita' di combinare qualche cosa di buono, sono rimasto al mio posto, consumando progressivamente piu' pastiglie per l'acidita' di stomaco. Ma quando il conto della farmacia raggiunge il 50% dello stipendio e' il momento di decidere se lo stomaco e' meglio del posto di lavoro o viceversa.

Di posti di lavoro ne trovo altri, di stomaci no. Quindi la decisione e' presto presa.

Dopo una breve ricerca, sono stato contattato da una societa' nelle vicinanze di Amsterdam. Abbiamo discusso (soprattutto di soldi) e poi ho messo la mia firma sul contratto.

Nelle prossime settimane pertanto restituiro' le chiavi dell'ufficio, imballero' la mia tazza del caffe' (ornata da un pinguino), salutero' chi se lo merita (pochi) ed infine lascero' l'ufficio per l'ultima volta.

E poi mi trovero' in un nuovo ufficio. E cambieranno un po' di cose.

Cosa succede adesso?

Per prima cosa, non saro' piu' un SysAdmin. Il mio titolo sara' "Lead Developer". Ebbene si', torno a fare il programmatore. Anche se parte delle mie responsabilita' comprenderanno l'amministrazione e la configurazione di sistemi, la mia principale occupazione sara' la programmazione.

Per seconda cosa, non so quanto tempo potro' dedicare al cazzeggiamento sui gruppi di discussione, la mia presenza pertanto verra' sicuramente ridotta oppure potreste vedermi scomparire del tutto.

Per terza cosa, il quantitativo di imbecilli con i quali avro' a che fare e' sensibilmente ridotto, questo favorira' sicuramente le cose dal punto di vista del mio stomaco.

Per quanto riguarda le "storie", al momento ho materiale fino al Dicembre 2004, quindi se il filone si esaurira' sara' in quella data. Come andranno le cose poi? Non lo so ancora. Forse ci sara' un seguito, forse no.

Davide
17/05/2004 00:00

Previous Next

Comments are added when and more important if I have the time to review them and after removing Spam, Crap, Phishing and the like. So don't hold your breath. And if your comment doesn't appear, is probably becuase it wasn't worth it.

No messages this document does not accept new posts

Previous Next


This site is made by me with blood, sweat and gunpowder, if you want to republish or redistribute any part of it, please drop me (or the author of the article if is not me) a mail.


This site was composed with VIM, now is composed with VIM and the (in)famous CMS FdT.

This site isn't optimized for vision with any specific browser, nor it requires special fonts or resolution.
You're free to see it as you wish.

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gojira